Negli ultimi tempi è possibile che tu non stia passando molto tempo di persona con i tuoi clienti, ma ecco la buona notizia: siamo nel 2020 e Internet è uno strumento di coinvolgimento potente, anche a distanza. I professionisti del fitness possono riunire le persone offrendo lezioni di fitness in diretta streaming o registrate on demand. Per aiutarti a iniziare, di seguito troverai alcune buone pratiche per creare l’atmosfera perfetta in una lezione virtuale di fitness.

Come organizzare il proprio studio

Un’esperienza di alta qualità non dipende tanto da un’attrezzatura di lusso, quanto piuttosto dall’illuminazione, dall’angolazione di ripresa e dalle opzioni audio migliori per il proprio spazio. Se disponi di un telefono con fotocamera e di qualche accessorio, puoi ottenere risultati di livello professionale che gli utenti adoreranno.

Libera lo sfondo

Togli di mezzo i mobili e rimuovi opere d’arte e oggetti personali durante le riprese. Pulisci la zona ed elimina tutto ciò che potrebbe distrarti. Per garantire un senso di ordine e coerenza, utilizza la stessa stanza per le lezioni in streaming.

Illuminazione

La tua classe deve vederti per seguire il programma di esercizi. Prova a utilizzare una luce a LED da 12 pollici in modo da illuminare il set, oppure fai entrare la luce naturale dall’esterno. Se sfrutti la luce naturale dalla finestra, cerca di riprendere in un giorno soleggiato in tarda mattinata o nel primo pomeriggio, Altrimenti, l’illuminazione potrebbe variare se ci sono nuvole o se il sole cambia posizione in cielo.

Stabilità della telecamera

Per evitare video mossi, utilizza un treppiedi o un popsocket. Se non hai a portata di mano nessuno dei due, sfrutta la tua creatività e impila dei libri che facciano da sostegno al telefono.

Acustica

La qualità del suono potrebbe essere la parte più difficile nell’organizzazione di uno studio casalingo. Per impedire l’effetto eco in una stanza quasi vuota, devi aggiungere materiale morbido per assorbire le onde sonore. Posiziona cuscini, guanciali o coperte intorno alla telecamera fuori dal set. Puoi anche produrre suoni di miglior qualità utilizzando due dispositivi: posiziona la telecamera a circa un metro e mezzo di distanza dall’istruttore, e poi utilizza un altro dispositivo più piccolo per registrare il suono. Sia che si utilizzi un telefono, cuffie o microfono non ci saranno differenze significative, nella misura in cui l’istruttore articoli i suoni chiaramente e parli negli intervalli.

Un consiglio sulla musica

Una playlist da allenamento curata nei minimi dettagli è una cosa meravigliosa, ma riprodurre musica di cui non hai i diritti potrebbe assolutamente ritorcersi contro. Anche se hai un’iscrizione individuale a servizi di streaming come Spotify, non significa che puoi riprodurre canzoni per la tua lezione.

Le aziende che possiedono i diritti delle canzoni, come ASCAP e BMI, hanno la reputazione di essere molto polemiche. Il nostro consiglio è di incoraggiare i partecipanti a utilizzare le loro playlist durante l’allenamento oppure optare per musica senza royalty.

Scegli l’outfit migliore

Dovresti indossare vestiti aderenti in modo che gli utenti possano vedere i tuoi movimenti e imitarli. L’istruttore dovrebbe indossare fantasie e colori che non risultino come distrazioni sullo schermo. Ad esempio, è meglio optare per colori forti che risaltino sullo sfondo. Se opti per dei motivi, assicurati che la stampa sia larga, altrimenti l’immagine potrebbe risultare distorta.

Prova, prova, prova!

Prima di partire con la diretta o registrare, prova tutto quanto. Fai una prova chiedendo a un amico di collegarsi per verificare che la telecamera sia stabile, l’illuminazione sia buona, l’audio sia attivo. Una buona idea è anche quella di eseguire un test di velocità di internet per assicurarti di disporre di una buona connessione.

 

Qual è il segreto nel tenere lezioni virtuali di fitness come un esperto?

Comunica, comunica, comunica

Visto che non è possibile dare lo stesso feedback come si fa di solito nello studio, bisogna interagire con le persone.

  •     Descrizione della lezione: Quando inizi a promuovere la tua lezione, è importante mettere subito in chiaro le aspettative per i partecipanti. Spiega di che tipologia di attrezzatura avranno bisogno, come dovranno vestirsi e a che ora l’istruttore inizierà la trasmissione. I partecipanti probabilmente vorranno anche sapere se le loro videocamere saranno in funzione dopo essere entrati nella sessione e se la registrazione verrà postata online dopo la fine della lezione.
  •     Registrazione del materiale: La maggior parte degli istruttori comincia chiedendo se qualcuno nel corso ha subìto un infortunio. Quando fai allenamenti in modalità virtuale, potresti non offrire a tutti i partecipanti la possibilità di trasmettere audio o video. Per evitare qualsiasi problema di comunicazione, chiedi ai partecipanti di fornire le informazioni sanitarie adeguate quando si registrano per la lezione.
  •     Impostazioni di riproduzione: Molti servizi di streaming ti consentono di scegliere una varia serie di autorizzazioni per gli spettatori. In base al numero dei partecipanti, si può decidere se silenziarli. Altrimenti, potresti essere costretto a fare i conti con i commenti, le problematiche di audio o i rumori dei partecipanti nel mezzo della trasmissione. Se decidi di rimuovere l’opzione del microfono per i partecipanti, informali di come possono mettersi in contatto con l’istruttore per eventuali domande, per esempio tramite una chat o dei messaggi.
  •     Messaggio di benvenuto: Durante una lezione virtuale, i partecipanti si connetteranno probabilmente in diversi momenti nel corso della sessione. Per mantenere tutti sulla stessa lunghezza d’onda, scrivi un messaggio di benvenuto che appare nella descrizione del video o come pop-up sullo schermo. Nel tuo messaggio di benvenuto, descrivi brevemente la lezione e spiega il video, l’audio e le funzioni della chat. Informa i partecipanti su come poter contattare l’istruttore e personalizza il messaggio con un caloroso saluto.

Buone norme per spunti verbali e dimostrazioni

Evita che i partecipanti si sentano isolati fornendo dimostrazioni degli esercizi un po’ più lunghe e indicazioni verbali ben definite. È essenziale impostare i movimenti in maniera appropriata, in particolare perché non sarai lì di persona per correggerli. Prima della lezione, individua i movimenti con cui le persone hanno solitamente difficoltà e trova diversi modi per descrivere il movimento durante la dimostrazione da diverse angolazioni. Sii creativo/a: qualsiasi cosa potrebbe funzionare!

Può essere impegnativo rendere personali le sessioni video, ma puoi creare un’atmosfera più allettante rivolgendoti ai partecipanti chiamandoli per nome oppure abilitando la funzione chat. La maggior parte dei servizi di streaming ti permette di vedere una lista dei partecipanti: sfruttala a tuo vantaggio salutandoli e fornendo incoraggiamenti individuali.

Infine, proponi anche una versione più semplice e una più difficile per rendere l’esercizio accessibile a tutti.

Guida la tua community

Dai il tuo contributo e complimentati con tutti anche solo per la loro partecipazione. Di questi tempi, è necessario poter contare sulla motivazione e sull’impegno delle persone. Prima di iniziare una lezione, dedica cinque minuti a una chiacchierata informale con tutti gli utenti per chiarire eventuali dubbi. È un bel modo per conoscersi e restare connessi.

Comments

comments